news ed eventi CIA

Festa finale di “Scuola in Fattoria”: pomeriggio da incorniciare nel piazzale della "Pascoli"

«Viviamo in un territorio ricco di aziende di qualità: dobbiamo comprare da chi produce e da chi può garantirci la tracciabilità del prodotto che portiamo sulle nostre tavole. I più piccoli acquisiscono meglio le nozioni e fanno da pungolo alle loro famiglie, per questo faccio un plauso all’organizzazione per questa fantastica iniziativa».

Lo ha riferito l’assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia, intervenuto ieri a Castellaneta in occasione della festa finale di “Scuola in Fattoria”, percorso didattico ideato e promosso dall’area “Due Mari” di Cia Agricoltori Italiani di Puglia che anche quest’anno ha permesso agli alunni della scuola primaria di visitare aziende agricole e di trasformazione del territorio.

Ieri, come detto, a Castellaneta è andato in scena l’atto finale del progetto: giovani scolari, docenti e genitori si sono ritrovati nel piazzale del plesso scolastico “Giovanni Pascoli” per una mini-rappresentazione aperta a tutta la cittadinanza sul tema delle api, preziosi insetti impollinatori e sentinelle della biodiversità e del latte, dalla mungitura all’imbottigliamento, dalla raccolta alla trasformazione in prodotti caseari.

In apertura, è toccato al sindaco di Castellaneta Giambattista Di Pippa, accompagnato dai consiglieri comunali Agostino De Bellis e Anna Ruggi, salutare i presenti e ricordare alle famiglie l’importanza di osservare uno stile alimentare sano basato sul modello della dieta mediterranea.

Poi, sono seguiti gli interventi del dirigente scolastico dell’istituto “Pascoli-Giovinazzi” Angelica Molfetta e del vicepresidente vicario di Cia Puglia Giannicola D’Amico.

«Come ente scolastico, siamo orgogliosi di una collaborazione preziosa e gratificante come quella coltivata negli anni con la Cia di Castellaneta» ha riferito il dirigente Molfetta. «“Scuola in Fattoria” – ha aggiunto - è un progetto che dà lustro alla nostra scuola e permette ai più piccini di comprendere sul campo determinati concetti che forse tra i banchi di scuola perderebbero il giusto valore».

«Questo progetto è un vero e proprio atto d’amore verso le giovani generazioni» ha riferito invece il vicepresidente vicario di Cia Agricoltori Italiani di Puglia Giannicola D’Amico. «Insegnare ai bambini di oggi che saranno gli adulti di domani a mangiare sano significa educarli alla salute, alla promozione e alla valorizzazione del territorio. Questa è la mission della Cia – ha concluso D’Amico – che negli anni ha compiuto un grande lavoro sin dai tempi in cui quasi nessuno parlava dei prodotti a km 0. La presenza di centinaia di famiglie in festa oggi ci gratifica e ci spinge a far sempre meglio».

Durante l’evento, introdotto e moderato dalla giornalista Annabella Fuggiano, le classi prime e seconde della scuola primaria “Pascoli-Giovinazzi”, hanno esposto particolari lavori correlati al progetto e si sono alternate al centro del piazzale proponendo canti, balli e poesie sul tema delle api e della filiera del latte. Infine, sono state premiate con l’attestato finale di “Scuola in Fattoria”.

Dopo le esibizioni, spazio alle degustazioni di prodotti tipici: mozzarelle preparate al momento, focaccia, frutta fresca di stagione, miele biologico e goloso gelato per la gioia di grandi e piccini. Per questo, Cia Due Mari ringrazia le aziende che hanno collaborato: “Dolce Miele” di Agostino Lamanna, azienda agricola “Fratelli Sergio”, “Caseificio Arcano”, Aniello e Gennaro Di Cristo, Rosalba Luccariello, “Dolci D'autore” e Panificio Laerte.

Le conclusioni della manifestazione sono state affidate alla docente Carmela Losito, trait d'union tra l’istituto “Pascoli-Giovinazzi” e la Cia di Castellaneta e a Vito Rubino, direttore dell’area Due Mari Taranto-Brindisi: «È un progetto che proponiamo nelle scuole da circa 20 anni e che portiamo avanti con convinzione» ha riferito il direttore Rubino. «Riteniamo sia fondamentale – ha aggiunto – spiegare ai più piccoli, in teoria e nella pratica, che ciò che di buono quotidianamente portiamo in tavola non nasce per caso e non nasce già confezionato ma è frutto di lavoro, sacrificio e passione dei nostri agricoltori».

“Scuola in Fattoria” è un progetto ideato e promosso ogni anno dall’area Due Mari Taranto-Brindisi di Cia Agricoltori Italiani di Puglia: dai banchi di scuola alle aziende agricole e di trasformazione per permettere ai giovani studenti del territorio di conoscere tutte le fasi della filiera, dal produttore al consumatore.

I risultati e l’indice di gradimento di scuola e famiglie sono sotto gli occhi di tutti: l’appuntamento, senza dubbio, è già programmato per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - ven 15 marzo

Un’altra lettera, scritta a distanza di un mese dalla precedente, protocollata ...

La Redazione - lun 18 marzo

«Danneggiano i campi, distruggono protezioni, infrastrutture ...

La Redazione - ven 22 marzo

L’emergenza cinghiali arriva sui tavoli del consiglio regionale pugliese. ...